stampa

Specialità di Norimberga

La Bratwurst a Norimberga

Se state visitando Norimberga, allora dovete provare la Bratwurst - così scoprirete perché queste deliziose salsicce sono conosciute e amate al di là dei confini della Germania!

La Bratwurst a Norimberga © Angela Ditze

La Bratwurst a Norimberga © Uwe Niklas

Famosa in tutto il mondo e  amata da tutti: la  Bratwurst di Norimberga!

Nel 2003, la "Rostbratwurst" di Norimberga fu la prima salsiccia ad essere inserita nel registro UE IGP, che riconosce le specialità tradizionali, prodotte localmente all'interno dell'Unione Europea. L'Indicazione Geografica Protetta per la Bratwurst di Norimberga stabilisce che ogni salsiccia di Norimberga deve essere prodotta entro i confini della città di Norimberga secondo una ricetta ufficiale e tradizionale. Oltre al sigillo ufficiale dell'UE, le salsicce devono esibire anche il proprio sigillo "Original".

Queste delizie culinarie vengono mangiate in  numero di sei, otto, dieci o dodici con senape o - più tradizionalmente - cren ("Kren" nel dialetto locale). Contorni tipici sono crauti, insalata di patate o pane casereccio di segale. Oltre alla versione alla griglia, si possono trovare anche salsicce preparate alla maniera dei  "Saure Zipfel". In questa ricetta, le salsicce vengono cucinate lentamente in un brodo speziato con aceto, cipolle, vino e spezie. Le salsicce, a volte, assumono , di conseguenza, un colore tra l'azzurrino e il grigio, motivo per cui si sono guadagnate il nome di "culaccini blu". Una vera delizia, presente in tutto il centro storico, sono, per i norimberghesi,  i  "3 im Weggla". Tre delle piccole salsicce sono disposte in un panino ("Weggla")  tagliato a metà e vengono ricoperte di senape - voilà: avete fra le mani uno snack niente male. Non perdetevelo!

Perché una Bratwurst è così piccola?

Ognuno di noi sa che nonostante la Bratwurst sia più piccola di altre salsicce, offre un sapore molto più intenso. Ma perché  sono così piccole?

Abbiamo voluto andare più a fondo. Esistono diverse teorie e storie che cercano di spiegare la misura delle salsicce di Norimberga. Eccone una:

Nel Medioevo, le locande  (e le porte nelle mura della città)  dovevano chiudere presto. La leggenda vuole che i locandieri di Norimberga trovarono le salsicce estremamente pratiche, perché erano talmente fini da poter passare attraverso il buco della serratura....così da poter persino rifornire gli ospiti chiusi fuori la notte. Un'altra storia racconta che i prigionieri del carcere di Norimberga venivano alimentati, dai loro guardiani, con le famose salsicce.  Questi facevano un ulteriore buco nella prigione e spingevano le salsicce ai criminali attraverso quella stretta fessura. Una leggenda che abbina entrambe le teorie è la storia del patrizio Hans Stromer di Norimberga. Egli era stato condannato all'ergastolo poiché si era rifiutato di pagare i suoi debiti. Prima di metterlo in prigione, gli fu data la possibilità di esprimere un ultimo desiderio: egli chiese di ricevere due salsicce di Norimberga al giorno. Gli  furono passate attraverso il buco della serratura. Durante i suoi 38 anni in galera, Stromer riuscì a ricevere 28.000 salsicce!

Non ci aspettiamo certo che voi mangiate la stessa quantità che ne mangiò Stromer (sebbene forse vorreste farlo!), ma sappiamo che non vorrete perdervi questa speciale delizia mentre siete in visita a Norimberga. 


Tags: Nürnberger Bratwürste, Hauptartikel

[Translate to Italienisch:] Weiteres zu den Nürnberger Bratwürsten

nessuna news in questa lista.